Giovedí 14 Dicembre 2017
 
 

GAMBLING

Gioco d'Azzardo Patologico

URIToN - TF - DSS
dronetplus.eu

Tipologie di prevenzione



gioco d'azzardo
La prevenzione rappresenta l’azione principale per evitare e ridurre i rischi e i danni alla salute correlati al gioco d’azzardo.

Al pari di tutte le altre forme di dipendenza patologica, anche per il gioco d’azzardo patologico esistono delle persone più vulnerabili di altre e la loro identificazione precoce è la prima forma di prevenzione da attivare, oltre ad una serie di altre misure socio-ambientali che necessariamente devono accompagnare gli interventi sull’individuo che, in caso contrario, potrebbero venire vanificati. Riportiamo di seguito le varie tipologie di prevenzione (selettiva, indicata, universale, ambientale) e alcune specifiche che possono aiutare ad inquadrare meglio le azioni e le condizioni da attivare


Tab. 9 - Tipologie di prevenzione con indicato target di riferimento, specifiche, macroindicatori di rischio, condizioni incrementali di rischio e principali obiettivi delle azioni di prevenzione. Serpelloni, 2012.

Tipo di prevenzione Target principale   Specifiche Macro indicatori di rischio Condizioni  incrementanti il rischio Principali obiettivi delle azioni di  prevenzione
SELETTIVA Soggetti che  non hanno ancora giocato d’azzardo ma che presentano un rischio  specifico di malattia superiore alla media, legato alla presenza di  fattori individuali e/o ambientali Soggetti che presentano  disturbi comportamentali o dell’attenzione (fatt. di vulnerabilità  individuale che comportano un rischio incrementale di sviluppo di  percorsi evolutivi verso l’addiction se giocheranno d’azzardo   Insuccessi scolastici, Aggressività, Difficoltà relazionali,  Iperattività, Deficit cognitivi, Figli di genitori, giocatori d’azzardo,  Povertà, Ambiente sociale problematico, Alta offerta di  occasioni di gioco d’azzardo, Famiglia problematica con basso controllo  parentale, Bassa presenza di interventi preventivi, Eventi  stressanti Individuazione precoce dei disturbi e dei fattori di  rischio e corretta gestione in famiglia e a scuola (Early detection and  Early intervention → fatt. rischio), Supporto educativo alla  famiglia
INDICATA Soggetti che hanno giocato  d’azzardo e giocano ancora in modo “sperimentale” e discontinuo ma in  assenza di dipendenza Soggetti che giocano occasionalmente  e/o periodicamente sostanze (es. weekend gamblers) in una fase iniziale  ma con un rischio evolutivo verso forme di gioco problematico o forme di  dipendenza Precoce gioco, Comparsa di disturbi dell’umore,  Cambiamenti comportamentali ed abitudinari, Calo del rendimento  scolastico, Alterazione del ritmo sonno veglia, Alterazione della  abitudini alimentari, Pregressi disturbi comportamentali o  dell’attenzione, Povertà, Ambiente sociale problematico, Alta offerta di  gioco, Famiglia problematica, Gruppo sociale dei pari a rischio (gioco  d’azzardo diffuso), Eventi stressanti, Bassa presenza di interventi  preventivi Individuazione precoce dell’uso e corretta gestione  in famiglia e a scuola (Early detection and Early intervention → gioco  patologico), Diagnosi precoce della possibile dipendenza, Riduzione del  rischio evolutivo, Supporto educativo alla famiglia
UNIVERSALE Tutti i soggetti Si rivolge alla  totalità della popolazione; è orientata principalmente verso aspetti  preventivi informativi generali attraverso raccomandazioni di base, tese  a comunicare i rischi e i pericoli legati al gioco d’azzardo al  possibile sviluppo della dipendenza. Assenza di informazioni  preventive di base fruibili Alta presenza di pubblicità o  occasioni di gioco Comunicazione ed informazione generale sulla  pericolosità gioco e sulle bassissime probabilità di vincita dei rischi  connessi, Appoggia, favorisce e struttura interventi orientati alla  promozione, al mantenimento e al recupero della salute, rivolti a tutta  la popolazione.
AMBIENTALE Tutti i  soggetti, le amministrazioni, gli ambienti coinvolti nei processi di  prevenzione Si tratta di creare una coerenza comunicativa e di  comportamento preventivo anti gioco d’azzardo in tutti gli ambienti che  il giovane frequenta e vive Assenza di campagne e programmi  preventivi ufficiali strutturati, coordinati e coerenti tra  loro Incoerenza dei massaggi e delle azioni nei vari ambienti e  nelle azioni delle varie amministrazioni ed organizzazioni di  riferimento del giovane (stato, regione, comune, scuola, società,  ecc.) Rendere coerenti i messaggi, le azioni e le  caratteristiche ambientali (a vari livelli) con le strategie anti gioco  d’azzardo